logo1

Pratiche


Verifica dell'interesse culturale del patrimonio immobiliare pubblico

Il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante il "Codice dei beni culturali e del paesaggio", introduce all’art. 12 il procedimento per la verifica dell’interesse culturale dei beni mobili ed immobili appartenenti allo Stato, alle regioni, agli enti pubblici ed alle persone giuridiche private senza fine di lucro.
In particolare l’art. 12 prevede che tutti gli immobili appartenenti a tali soggetti, se realizzati da più di 50 anni ad opera di un autore non più vivente, siano sottoposti all’accertamento dell’interesse culturale attraverso una procedura che prevede l’invio dei dati identificativi e descrittivi degli immobili ai fini della valutazione di merito da parte dei competenti uffici del Ministero.

Per regolamentare tale procedura sono stati emanati decreti ministeriali attuativi, in particolare il Decreto del 25 gennaio 2005 che definisce le modalità della verifica dell’interesse culturale per gli immobili di proprietà di persone giuridiche private senza fine di lucro, tra le quali rientrano gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti. Tale decreto è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 febbraio 2005, n°28 ed è entrato in vigore il giorno successivo.

Domande di finanziamento alla CEI

 

I contributi finanziari per interventi a favore dei beni culturali ecclesiastici sono erogati dalla Conferenza Episcopale Italiana alle diocesi.

Nei casi previsti dal regolamento possono essere erogati contributi anche agli istituti di vita consacrata e ad altri enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, che ne abbiano fatto richiesta mediante gli Ordinari Diocesani.

L’ufficio Beni Culturali istruisce tali pratiche che scadono improrogabilmente il 30 novembre.

I contributi sono destinati esclusivamente alla realizzazione delle seguenti iniziative:

 

 
  1. Domande di contributo per la dotazione di impianti di sicurezza antifurto.

  1. Domanda di contributi finalizzati alla conservazione e consultazione di archivi e biblioteche diocesane e alla promozione di musei diocesani o di interesse diocesano

  1. Domanda di contributi finalizzati alla conservazione e consultazione di archivi appartenenti ad istituti di vita consacrata e di società di vita apostolica

  1. Domanda di contributi finalizzati alla conservazione e consultazione di biblioteche appartenenti ad istituti di vita consacrata e di società di vita apostolica

  1. Domanda di contributo per il restauro e il consolidamento statico di edifici di culto

  1. Domanda di contributo per il restauro di organi a canne.

  1. Domanda di contributo per il sostegno a iniziative per la custodia, la tutela e la valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici promosse dalla diocesi mediante volontari associati

 

 

immagini-giotto1.jpg   

 

L'Ufficio istruisce pratiche per:

- autorizzazioni concernenti interventi di restauro e abbellimento artistico relativo a beni mobili ed immobili appartenenti alla Diocesi (Paola Apreda).

 

- domande di finanziamento alla CEI e agli enti pubblici competenti circa gli interventi relativi a beni culturali (Beni mobili ed immobili, Biblioteche ed Archivi) di proprietà di enti ecclesiastici, in accordo con l'Ufficio Amministrativo Diocesano (Marika Ciuffarella).

 

- pratiche relative alla richiesta di Verifica d'Interesse Culturale degli Immobili (Paola Apreda).

-domanda per l'assegnazione del finanziamento ai sensi della L. R. 13/2001 "ATTIVITA' DI ORATORIO O SIMILARI" (Luisa Alonzi, Marika Ciuffarella) 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui
http://www.diocesifrosinone.it/faq/cookie.html